Design Monitor

monitor design

Miglior design monitor

Il miglior monitor per il design. Graphic designer, gamers, web designer o “normali” utenti: i requisiti per un monitor sono molto diversi. Per alcuni la scelta è influenzata dai tempi di risposta rapidi, mentre per altri dall’aspetto dello schermo o dalla risoluzione. Il consiglio generalizzato è quello di non accontentarsi delle ultime offerte del mercato ma di prendere il meglio dei design monitor. Se sei un designer alla ricerca del monitor ideale, può essere utile porsi le seguenti domande.

Quale pannello?

Per i monitor sono usate diverse tecnologie. La maggior parte dei display moderni rientrano in una delle quattro categorie: TN (Twisted Nematic), VA (Vertical Alignment), IPS (In-Plane-Switching) e PLS (Plane-Line-Switching).

La maggior parte dei display sono oggi a pannelli Twisted Nematic. Questi monitor sono poco costosi e hanno buoni tempi di risposta. Ma non sono molto precisi e inclini a distorsioni. Leggermente migliore nella qualità del colore, angolo di visualizzazione e diversi altri aspetti invece i pannelli VA. Di conseguenza, questi display sono anche più costosi rispetto ai pannelli Twistwed Nematic.

I designer, che apprezzano il colore di qualità e la possibilità di impostare autonomamente l’angolo di visione corretta, dovrebbero guardare i monitor con pannello IPS o PLS. Anche se quelli IPS sono piuttosto costosi, è la scelta d’elezione per i designer. Invece un po’ più costoso, ma normalmente dotato di altre caratteristiche, lo schermo PLS.

Per quanto riguarda la questione dimensioni?

Più grande è meglio è? Può essere, in fondo con l’aumentare della dimensione dello schermo si riconoscono sempre più dettagli di un progetto, vero? La risposta è incerta perché dipende principalmente dal tipo di progetti che ha un designer. Dimensioni dello schermo e dimensioni della scrivania possono essere determinanti ai fini di un buon lavoro.

I potenziali acquirenti designer dovrebbero iniziare da un monitor a 27 pollici e poi decidere se debba essere cambiato con una taglia più piccola o più grande. Nella maggior parte dei casi, 27 pollici è abbastanza. Questa dimensione dello schermo non solo è bilanciata in base alla maggior parte delle scrivanie, ma allo stesso tempo non è un enorme sacrificio per il portafogli.

E per la scala di colori e la calibrazione di stampa e foto?

I graphic designer hanno principalmente a che fare con prodotti di stampa e fotografi ed è per questo che grande importanza viene data alla scala di grigi e colori sul monitor, l’obiettivo è che entrambe appaiano fedeli sullo schermo così come in condizioni stampate. Inoltre, il monitor per queste professioni deve offrire la più ampia gamma possibile di colori in generale.

Nella corretta presentazione della scala di grigi e colori anche i designer dovrebbero cedere a meno compromessi. Coloro che apprezzano la qualità del colore superiore, dovrebbe valutare i monitor con un alto numero LUT (look-up table). Coloro che entrano in contatto con i prodotti di stampa e prestano particolare attenzione alla qualità del colore, dovrebbe testare i costosi pannelli AH-IPS (Advanced High Performance In-Plane Switching).

Conclusione

Il display acquistato all’ingrosso o al mercato non è sicuramente un’opzione per designer professionisti. Per essere seri è necessario cercare un design monitor con prestazioni adeguatamente dimensionate, un’alta risoluzione e dimensioni sufficienti, compresa la calibrazione. Nella decisione finale d’acquisto, è necessario porsi le seguenti importanti domande: Come lavoro in generale? Di che tipo di progetti mi occupo su base regolare? Di quali caratteristiche non posso proprio fare a meno su un design monitor? Quanto posso e voglio spendere?

Nessun commento ancora, aggiungi la tua voce qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Website