Ufficio Monitor

monitor ufficio

Monitor da ufficio: come sceglierlo

Monitor per ufficio

Anche per l’uso in ufficio esistono i monitor corrispondenti. Parliamo dei monitor ideati per il funzionamento continuo e per lavorare in un ambiente luminoso. Ci sono però alcuni punti che si dovrebbero prendere in considerazione quando si sceglie un monitor d’ufficio. Se si spendono molte ore al giorno lavorando al computer, allora si dovrebbe optare per un monitor a destra.

Che cosa sono esattamente i monitor ufficio

I monitor da ufficio sono dei monitor pensati appositamente per il lavoro quotidiano.

Un monitor da ufficio deve soddisfare varie esigenze che servono durante l’attività lavorativa. La maggior parte dei monitor per uffici hanno un display con superficie opaca, caratterizzato in modo da poter lavorare comodamente anche in ambienti luminosi e piccoli.

Un altro aspetto importante è l’ergonomia del monitor. Un monitor piatto e salvaspazio è ideale per una scrivania. Se utilizzato in ufficio, il consumo di energia dovrebbe essere ridotto al minimo.

Molte persone trascorrono le loro ore feriali davanti a un monitor, ciò provoca dei problemi comuni quali mal di testa, dolore al collo e mal di schiena. Naturalmente, questo può anche causare una postura scorretta, ma può anche essere provocato dal monitor sbagliato.

Che cosa si dovrebbe cercare al momento dell’acquisto?

Un buon monitor da ufficio dovrebbe avere una buona qualità di immagine. Tutto dovrebbe essere visto con rapidità e precisione, sia i file di testo che di immagine o video. C’è da dire che tutto quello mostrato dipende anche dalla nitidezza, risoluzione, contrasto, luminosità dello schermo, e molti altri fattori.

Per l’utilizzo in ambienti luminosi e piccoli, è in special modo l’intensità luminosa ad avere la sua importanza, essa indica quanto nitida l’immagine riesce ad essere in condizioni di elevata luminosità. Inoltre, un monitor d’ufficio deve essere il più possibile priva di sfarfallio e non mostrare segni di pixel morti. Da ciò si evince quanto sia indispensabile uno schermo opaco, perché è una superficie confortevole riflette meno luce.

La dimensione del monitor ha un ruolo importante. Per l’uso in ufficio, una dimensione da 18 pollici a 22 pollici è l’ideale. Per i progettisti grafici, può invece essere più grande. Ad oggi, è raccomandato un rapporto di 16:9.

In un monitor da ufficio, dovrebbero anche essere presenti delle porte standard come VGA e DVI. Se il computer è dotato di una porta HDMI, è possibile prendere in considerazione un monitor con connessione HDMI. Quando si lavora con i file audio, è necessario assicurarsi che al momento dell’acquisto del monitor ci siano anche degli altoparlanti interni, altrimenti ci sarà la necessità di aggiungere altoparlanti esterni o di usare un paio di buone cuffie off.

Un altro criterio importante in un monitor da ufficio, sono le impostazioni disponibili. Dovrebbe essere possibile regolare l’angolo di inclinazione, la capacità di rotazione e l’altezza del monitor in maniera individuale.

Monitor regolabile

Per permettere di lavorare in maniera salutare, è anche consigliabile un monitor regolabile in altezza. Ciò si presta in particolare quando più persone utilizzano lo stesso schermo. Così tutti coloro che lo usano possono regolarlo in base alla loro altezza. Ottimale è un angolo tra 25 e 30 gradi. Ciò avviene, quando il monitor è impostato in modo che il suo bordo superiore sia leggermente sotto gli occhi. Così facendo la tensione dei muscoli del collo viene impedita.

I monitor con modalità Pivot sono rotabili e inclinabili. Essi possono essere facilmente adattati alle esigenze individuali. L’unica condizione, tuttavia, che questa funzione pratica è applicata solo su monitor professionali o modelli più costosi.

Conclusione

I monitor che sono adatti per i lavoro in ufficio, non devono essere stravaganti o molto eleganti, in quanto la cosa più importante è che lo schermo sia opaco e permetta di lavorare in ambienti molto illuminati. Inoltre, aspetti come la meccanica e l’ergonomia sono altrettanto importanti per utilizzare il monitor comodamente e per risparmiare spazio sulla scrivania. Un basso consumo energetico è consigliato per lavori che necessitano di un utilizzo continuo del monitor.

Nessun commento ancora, aggiungi la tua voce qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commento *

Name *
Email *
Website